La lettura degli anelli colorati sul campo


Molte specie di uccelli, specialmente di grosse dimensioni (fenicotteri, ardeidi, gabbiani), vengono spesso inanellati con anelli colorati, con un codice alfanumerico che permette di identificarli individualmente a distanza. La raccolta delle informazioni sui singoli individui è fondamentale per lo studio dei movimenti migratori e dei tassi di sopravvivenza. In Italia i dati vengono archiviati ed analizzati

Fenicottero con anello turco (di L.Becherucci)

dall’ISPRA (Via Ca’ Fornacetta 9, 40064 Ozzano Emilia, Bologna).

Individui appartenenti a specie di grosse dimensioni sono in genere inanellati come pulcini alle colonie riproduttive. Dato che è improbabile ricatturare successivamente questi uccelli, l’apposizione di anelli colorati leggibili a distanza fornisce uno strumento estremamente efficace per uno studio dettagliato dei loro movimenti. Un buon cannocchiale (a 30 o 60 ingrandimenti) è l’ideale per cercare e leggere gli anelli colorati.

In genere gli uccelli vengono marcati con un anello metallico inamovibile su una zampa (superiormente o inferiormente all’articolazione tarsale, secondo le specie), e con un anello colorato con codice alfanumerico (o una combinazione unica di anelli colorati), in materiale plastico molto resistente, sull’altra zampa. L’anello metallico è necessario per garantire una successiva identificazione dell’individuo anche a seguito di una perdita accidentale dell’anello colorato.

Nel momento in cui si osserva un uccello con un anello colorato, è opportuno prendere nota delle seguenti informazioni:

  • data e luogo
  • colore dell´anello
  • eventuale codice impresso sull’anello
  • posizione dell’anello (zampa ds o sn, superiormente o inferiormente al "ginocchio")
  • senso di lettura dell’iscrizione (verso l’alto o verso il basso)

I dati possono essere inseriti in un data base, oppure trasmessi come semplice e-mail (se sono pochi) a Nicola Baccetti (Istituto Nazionale per la Fauna Selvatica), strutturando ciascun record come l´esempio seguente:

Codice ISPRA della specie // colore // anello // senso (vA, vB = verso alto, verso basso), tarso (D, S) // data // Sito // Comune // Note // Osservatore.

Ad esempio, per un Gabbiano corallino (Larus melanocephalus, LARME) si potrà avere:

LARME // Blu // IABC // vA, Tarso S // 12-12-2001 // Nome sito // Comune // Note // Osservatore.

anelli
Fenicottero con anello spagnolo [foto M. Sighele]

Quanto prima (almeno per quanto riguarda gli uccelli marcati in Italia, mentre per quelli inanellati all’estero i tempi possono essere lunghi) riceverete le storie di vita degli individui che avete osservato, vale a dire tutte le informazioni disponibili su quegli individui (data e luogo di marcatura, eventuale data e località di tutte le osservazioni precedenti).

Sono molto importanti anche informazioni sul comportamento dell’animale, soprattutto se l’osservazione avviene durante il periodo riproduttivo. Il codice alfanumerico dell’anello comprende in genere lettere e numeri, ma a volte possono essere presenti anche altri simboli (es. barre). E’ importante fare molta attenzione nella lettura e riportare in modo corretto l’anello.

In Italia le specie che più possono essere più facilmente osservate con anelli colorati sono il fenicottero, varie specie di gabbiani (Gabbiano reale, Zafferano, Gabbiano corallino, Gabbiano roseo, Gabbiano comune, etc.), Cormorani, Spatola e vari ardeidi (Airone guardabuoi, Airone bianco maggiore). Tra i limicoli sono in corso progetti di marcatura con anelli colorati per Cavaliere d’Italia, Avocetta, Piviere tortolino, e altri.

Qualche notizia per quanto riguarda i Fenicotteri osservabili in Italia: in gran parte si tratta di individui marcati in Camargue (anello giallo con scritte nere), ma sono osservabili anche individui con anelli rossi e scritte bianche (marcati in Sardegna), oppure con anelli bianchi e scritte nere con barra (marcati in Spagna). Altri colori sono stati usati per individui marcati alla colonia di Orbetello, a Comacchio, o addirittura in Iran, dove esiste una enorme colonia.

Per chiunque fosse interessato ad ulteriori approfondimenti e a un elenco dei progetti di inanellamento con anelli colorati in Europa, si consiglia di consultare il sito di Dirk Raes.

Per qualsiasi ulteriore osservazione è possibile contattare direttamente Nicola Baccetti.

Buona lettura (di anelli, s’intende)!

News correlate

Atlante italiano
06/12/2013
Atlante italiano

Tag: lettura anelli uccelli, inanellamento,