La Passera d´Italia è l´uccello nazionale italiano !

Ci si può ridere su o prenderla come una provocazione, ma i simboli hanno la loro importanza in qualunque campo. Gli Uccelli sono stati presi spesso in araldica come esempio di fierezza e forza (aquila reale e imperale), purezza (cigno), alti ideali (rapaci in genere) o come simboli di rinascita (pellicano, mito dell´araba fenice).

Più semplicemente, qui chiediamo di pronunciarsi sulla specie di uccello che più rappresenta l´Italia, analogamente a quanto si verifica in altre nazioni (vedi UK, dove si vota il 7 maggio).

La scelta dei candidati è stata proposta a gente che sa, cioè ai nostri soci, sul forum.

Ci dispiace non avere globalizzato le nomination ma ci sarebbe stato da ridere, visto la scarsa preparazione degli italiani in fatto di Uccelli.

Radio Capital mi ha intervistato per sondare le nostre intezioni durante la puntata del 30 marzo di Ladies and Capital. Ascoltala in broadcast. Per gli ascoltatori di Radio Capital, l´uccello nazionale è la Gazza (ladra), oppure la Rondine... ok?

Ma venendo alle cose più serie e a quanto espresso sul forum dai birdwatchers, sono state individuate due specie che possono rappresentare l´Italia : il Cavaliere d´Italia e il Passero d´Italia.

Il dibattito su quale di queste due specie potesse ambire a essere considerato l´uccello simbolo dell´Italia si è rapidamente trasformato in un suffragio (68% dei votanti) per il piccolo passeriforme.

"Passer italiae, parvus sed omnino italicus" è il motto che accompagnava la rivista ornitologica italiana "Avicula" attiva tra il 1897 e il 1907, poi il Passero d´Italia ha subito diverse traversie.

Tassonomicamente parlando è stato riportato come sottospecie del Passero domestico (P. domesticus), diffuso in tutt´Europa, poi accusato di essere una forma ibrida stabilizzata con Passera sarda (P. hispanoliensis). Possiamo dire anche di più che, forse a causa di imbarazzi linguistici, non si è capito bene che genere avesse, maschile o femminile.

Qui l´abbiamo chiamato passero perchè è più familiare chiamarlo così quando ce l´avete in cortile o sotto i coppi del tetto, ma avendolo sdoganato, possiamo dire finalmente che gli ornitologi lo chiamanoPassera d´Italia ! Si tratta peraltro dell´unica specie endemica della penisola italiana (ma è presente anche in Corsica).

La Passera d´Italia (Viellot 1817) è l´uccello nazionale italiano!
Passera d´Italia maschio (Passer italiae) foto T.D´Arcangelo

The national bird in Italy is the Italian Sparrow (Passer italiae)