NEWS : Fa caldo? Gli uccelli non si fidano!

Fa caldo a novembre? Gli uccelli non si fidano!

 

Novembre 2015 si avvia a essere il novembre più caldo in assoluto negli ultimi 50 anni con anomalie termiche soprattutto sulle Alpi e Nord Ovest, (ma non al Sud e Sardegna). Ecco la carta aggiornata all'11 novembre.

 

Ci si può chiedere se questa anomalia (in tutt'Europa peraltro, tranne che sui Balcani) influisca sulla distribuzione degli Uccelli. 

Vediamo (dai da Ornitho.it) alcune specie migratrici transahariane come la Rondine e Luì grosso. I dati raccolti su Ornitho indicano che nel periodo 1-12 novembre 2014 ci sono 23 dati di Rondine contro i 30 di quest'anno. 

Siamo intorno al 30%. Ma la Rondine è in Italia meridionale anche di presenza invernale in alcuni anni.

I Lui grossi sono già in Africa, ma alcuni sono stati osservati durante il campo di osservazione del MISC a Linosa a novembre, unico sito italiano. A fronte delle 3 osservazioni del 2014, quelle del 2015 sono 8. Interessante ma è un unico sito, per di più molto più vicino all'Africa che alle coste siciliane.

 I Prispoloni invece sono molto in ritardo nella loro migrazione. Addirittura a fronte di nessun dato per l'Italia continentale nel 2014, ci sono ben 4 siti appenninici dove la specie è stata ancora osservata nel 2015!

Prispolone 2015 Prispolone 2014

Conclusione di questo piccolo esercizio: gli Uccelli non si fidano delle anomalie meteo. Il loro timing migratorio li spinge a abbandonare l'Europa in tempi ristretti come il Luì grosso.

Le code di migrazione però possono trarre vantaggio da condizioni meteo favorevoli e ritardare di qualche settimana il loro viaggio in Africa. I Prispoloni in ritardo migratorio da dove vengono? Sono forse uccelli nati sull'Appennino che godono delle condizioni favorevoli in situ? Quelli delle Alpi invece se ne sono già andati!

Non si fidano!